La vita c’è anche quando non si vede

Uscire di casa, prendere la macchina, guidare per raggiungere un bosco. Ritrovare il silenzio rumoroso della natura, quello che mi fa girare di colpo ogni dieci passi perchè qualcosa mi ha sfiorata..eppure gli occhi non lo vedono. Ricordarmi il suono che fa una foglia quando cade..camminare permettendomi di scegliere ad ogni bivio con la tranquillità che comunque andrà sarà la scelta giusta, comunque andrà vedrò qualcosa di stupefacente che non mi aspettavo. E pensare che se solo fossi capace di vivere ogni giorno della vita con questa sensazione sarebbe tutto più semplice. Nel bosco non ti perdi mai davvero; perdersi al massimo significa vedere posti che non immaginavi esistessero. Nel bosco puoi allenare i tuoi sensi a scegliere per te: le tue mani a sentire, i tuoi occhi a vedere il nascosto, le tue orecchie ad ascoltare il silenzio e il tuo intuito a decidere il prossimo passo. Essere chiamata da una foglia secca ancora attaccata ad un ramo e scoprire che dietro di lei c’è già una gemma nuova che sta spuntando..e ricordarmi che la vita c’è sempre, anche quando non si vede. E’ rassicurante. Lasciare che un albero mi abbracci quando mi sento sconfitta dalla nottata appena passata. E realizzare che sentirsi sconfitti è sempre l’inizio di qualcosa di bello perché finalmente ci si arrende e ci si permette di affidarsi: in quell’istante si inizia a sentire che quella non è la sconfitta ma la vera vittoria. Possiamo continuare ad accusare qualcuno di quello che noi non stiamo facendo, di quello che ci manca per essere felici, della scelta che non abbiamo ancora preso per essere la persona che siamo. Possiamo continuare a provare rancore per quell’abbraccio mai ricevuto, per quella spalla che non ci ha sostenuto, per quella telefonata che non è arrivata, per quel ‘grazie’ che non abbiamo avuto, per quel ‘mi spiace, perdonami’ che ci avrebbe reso liberi. Possiamo continuare ad aspettare. Oppure possiamo scegliere di perdonare e di perdonarci, di prenderci la responsabilità della nostra vita e nascere. Affidarci. Affidiamoci alla spinta, non aggrapparci al buio che ci circonda e lasciamoci andare, permettiamoci di diventare noi. La vita c’è anche quando non si vede e noi siamo destinati a succedere. Questo è il vero successo.