.

Nel 2015 ho fatto un viaggio che ha segnato un punto di svolta abbastanza importante nella mia vita. Da quel viaggio le cose non sarebbero più tornate le stesse. La trasformazione che ho vissuto è stata breve e intensa. Incontri, esperienze e luoghi che hanno avuto un impatto forte e per me inimmaginabile fino a prima della mia partenza.

Tra le cose nuove che sono arrivate durante questo grande cambio c’è stata la scrittura.

Era una cosa nuova in parte, perché a dire il vero da quando era alle elementari scrivevo spesso su diari e fogli sparsi.

La cosa nuova è stata che quello che per più di 30 anni mi ero abituata a lasciare protetto solo nei miei appunti e diari ha iniziato a trovare uno slancio nuovo per uscire dai miei cassetti e venire condiviso con altre persone.

È stato così che ho iniziato il mio primo blog.

Sono andata avanti a scrivere nei mesi successivi, scoprendo quante cose belle e trasformative possono nascere quando, oltre a scrivere, si condividono le proprie esperienze ed emozioni con gli altri.

Un giorno, il 1° dicembre 2015, presi in mano il computer e iniziai a scrivere un messaggio che sembrava arrivare alla me di quel momento da un’altra me, antica, saggia e comprensiva.

Alla fine rilessi quel messaggio e lo inviai a un gruppo di amici, con un invito (lo stesso che era arrivato a me) che era quello di entrare nel proprio migliore Nuovo Inizio.

Quello fu il primo di 33 messaggi che arrivarono nei giorni a seguire.

Il gruppo di amici che leggeva e partecipava a questo processo si è esteso: da una quindicina le persone sono diventate un centinaio.

Alla fine di questo viaggio insieme, era il 31° giorno, mi sono svegliata una mattina con un’immagine dipinta a colori accesi davanti ai miei occhi: un libro, testimonianza e condivisione di questa esperienza.

È stato così che, un passo alla volta e in un processo molto aperto di creazione ed evoluzione, è nato un libro.

Il suo primo titolo era “1×33 Nuovi inizi” e oggi si intitola “L’Alchimia dei nuovi inizi”.